Come chiamare il tuo cane senza offendere la sua sensibilità canina

Ho alcune importanti informazioni sui cani da condividere con voi, e so che è vero al 100%, perché il mio cane mi ha raccontato tutto. Secondo il mio cane oggi c’è un problema tra cani e umani, e il problema è questo: gli umani hanno dimenticato cos’è un cane!

Lo so, sembra pazzesco. Come potremmo aver dimenticato cos’è un cane?

Voglio dire, do da mangiare al mio cane del cibo umano, dormo con il mio cane nel mio letto umano e, a carnevale, vesto il mio cane con il costume da T-Rex. È così che so qual’è il mio cane; lui è un piccolo T-Rex adorabile!

Aspetta, voglio dire non un umano. Un cane non è un umano, ovviamente! Un cane è migliore di un umano. Per prima cosa lo scopo di un cane non è fare soldi.

Ora il mio cane mi ha detto, che i cani stanno lavorando a soluzioni per questo problema. Innanzitutto, i cani vogliono un rebranding. I cani sono stanchi di essere pensati come animali insignificanti ottusi e disordinati. Vogliono essere visti come esseri intelligenti, puliti e organizzati. In breve, vogliono sembrare più simili ai gatti, ma senza essere più simili ai gatti, perché lo sappiamo tutti (il mio cane dice questo, non sono io) i gatti sono degli idioti, basta pensare a quando si capottano e cadono giù da un tavolo!

Per ottenere questo, dice il mio cane, i cani vogliono davvero provare la tecnica di rebranding più popolare, cioè un cambio di nome. Come parte di ciò vogliono che gli umani smettano di chiamarli con nomi umani, perché questo rende gli umani ancora più confusi su cosa sia un cane. Gli umani sono già molto confusi, davvero molto confusi.

Amo il mio prossimo tanto quanto il prossimo cane, ma capisco il mio cane sul fatto che i confini tra umani e cani possono essere poco chiari. Per esempio: so che quando il mio cane si mette i jeans attillati per andare a fare skateboard e fare un servizio fotografico (perché il mio cane è un influencer con molte offerte pubblicitarie lucrative), a volte mi dimentico che il mio cane è un cane e non una mucca da mungere, il cui scopo è di riempire il mio fondo pensione o almeno aumentare il mio prestigio.

Il mio cane pensa infatti, che gli esseri umani non siano solo confusi riguardo a cosa sono i cani, ma sono anche confusi su ciò che sono gli umani. Per fortuna; dice il mio cane; i cani sanno molto bene cosa sono gli umani: cani sfortunati e senza peli che abbaiano in modo strano, corrono in modo bizzarro e sono ovviamente spaventati a morte. Questo è il motivo per cui i cani cercano sempre di dare un supporto emotivo agli umani; ha aggiunto il mio cane; perché gli umani sono chiaramente terrorizzati. È come se avessero paura di vivere. Qual è lo scopo di un umano? Ha chiesto il mio cane, se non per godersi le cose migliori che la vita ha da offrire?

In risposta a questo, ho accarezzato il mio cane e gli ho detto che gli  umani hanno un sacco di stress, ed è per questo che amano tirare fuori i loro dispositivi e guardare brevi film di gatti che sono carini e divertenti mentre fanno cadere le cose. Si è accucciato vicino a me e mi ha spiegato in particolare cosa stanno pianificando i cani.

I cani si sono riuniti, ha spiegato il mio cane, e preso alcune decisioni sui loro nomi. Prendi Charlie e Bella; ha detto; due dei nomi di cani più popolari dell’anno scorso. D’ora in poi, “Charlie” risponderà solo a “Mousepad“, mentre “Bella” sarà conosciuta come “Hand Sanitizer“. Altri nomi per i cani come ad esempio “Fluffy“, “Sweetie” o “Henry” saranno “Laser Printer“, “Toner Cartridge” o “24-Pack di asciugamani di carta.”

Gli umani potrebbero quindi aiutare ulteriormente i cani, prendendo un minuto ogni giorno per mettersi nei panni del loro cane. Ecco alcune cose da ricordare quando lo fai: il senso primario di un cane è l’odore, seguito dall’udito e poi dalla vista. Rispetto a te, il tuo cane in realtà non vede molto bene. Manca un’intera gamma di colori, dal verde al rosso e secondo l’American Kennel Club, non solo vede il mondo meno brillante di te, ma ha anche meno acuità visiva di te.

Questo è il motivo per cui, non importa quanti film un cane reciti, vedrà il mondo più come un personaggio in un romanzo di Dickens; non solo perché chiede sempre più cibo; è perché vede chiaramente come qualcuno che cammina per Londra al tramonto nella nebbia. E poiché il suo senso dell’olfatto è molto più sviluppato del tuo o del mio, è probabile che per lui il mondo odori il mondo come se fosse l’estate del 1858, quando Dickens era davvero vivo, e quando il Tamigi era traboccante di rifiuti umani, in un periodo ora noto come “Great Stink “.

Eppure, nonostante queste importanti differenze tra cane e uomo, gli umani continuano a comportarsi in modo tale da sostenere la convinzione che i cani siano proprio come loro. Vestano i loro cani con maglioni, li spingono in giro in passeggini e riempiono le loro case di “bizzarri totem” per cani, come i portabottiglie di vino che fanno sembrare i cani degli ubriachi, quando sono gli umani che si ubriacano. E anche, i gatti.

Se ciò non bastasse, gli esseri umani fanno anche film sulla vita dei cani, che sono espressi da attori umani, che parlano parole umane, su quella che sembra la fantasia di ogni uomo, cioè che i cani li amano interamente e per sempre, come un perfetto genitore peloso; cioè se i genitori fossero esseri che gli umani potrebbero facilmente sopraffare e mettere in una cassa se dovessero farlo, il che francamente potrebbe solo aumentare la fantasia per alcuni.

Certo, il mio cane mi ama come un genitore perfetto e peloso. Ma sono sicuro che sia l’unico a farlo. Il resto di voi probabilmente possiede solo cani normali, vale a dire dolci adorabili mammiferi noti per mangiare calzini sporchi e scavare nella spazzatura.

Questo è il motivo per cui il miglior nome del cane potrebbe non essere nemmeno una parola. Il modo migliore per chiamare il tuo cane, per dimostrargli che capisci davvero da dove proviene, sarebbe un odore, per premiare il suo senso più sviluppato. Potresti chiamare il tuo cane emanando un potente profumo dal tuo corpo, diciamo da qualche parte vicino all’estremità inferiore. Se solo tu potessi fare questo, il tuo cane risponderebbe di sicuro. Personalmente, non ho mai sentito parlare di una cosa del genere prima, ma il mio cane mi assicura che è possibile.