Come trovare un gatto smarrito: l’originale metodo si rivela sorprendentemente efficace

Quando si decide di adottare un gatto, ci si trova di fronte al dubbio di capire se il nuovo arrivato sia di indole casalinga oppure se, come molti altri gatti, abbia quell’istinto disperato di andare fuori ed esplorare il mondo.

Già, perché nonostante tutto il nostro amore ed il nostro affetto, ci sono felini che con poca considerazione per i sentimenti degli umani, si allontanano da casa per ore, giorni o settimane, senza fermarsi a considerare la preoccupazione dei loro proprietari.

Di recente, un utente giapponese di Twitter, @charlie0816, si è molto preoccupato quando il suo amato gatto è scappato e non è tornato a casa per due giorni. La storia ha avuto un lieto fine grazie all’uso di un metodo insolito scoperto grazie a Twitter, che @charlie0816 ha deciso di condividere con i proprietari di animali domestici di tutto il mondo.

Il mio gatto è scappato due giorni fa e non è tornato,” ha raccontato @charlie0816ma qualcuno su Twitter mi aveva suggerito di ‘Parlare con i gatti del quartiere e dire loro: ‘Se vedi il mio gatto, per favore digli di tornare a casa’ è una tecnica efficace‘. Così ieri sera sono andato al minimarket locale e ho provato a parlare con i gatti randagi che ho incontrato. Inaspettatamente questa mattina il mio gatto è tornato a casa. Ehm…..è davvero così efficace?

Ovviamente gli scettici hanno affermato che potrebbero esserci una serie di ragioni che spiegano perché il gatto è tornato a casa, e che la tempistica sia stata solo una pura coincidenza. Quello che però può sembrare sorprendente, è stato il numero di risposte di altre persone che hanno detto di avere avuto risultati simili con i propri animali domestici persi, dopo aver parlato con i gatti randagi della zona, inducendoli a chiedersi come è possibile che questo metodo sembri davvero funzionare.

Mia madre ha fatto la stessa cosa per un bambino che ha perso il gatto dopo soli due giorni di adozione. Ha raccontato ai randagi la storia ed il gatto è tornato il giorno dopo!

Sono andato a cercare il mio gatto con una scatola di cibo per gatti e quando un randagio ha incrociato la mia strada, l’ho nutrito, ho parlato con lui ed il mio gatto è tornato nel giro di un’ora“.

Quando ho perso il mio gatto, uno dei randagi della zona è passato davanti a casa nostra, così gli ho chiesto se sapesse dove fosse il mio gatto. Mi ha guardato e si è incamminato lentamente verso il magazzino miagolando di fronte ad esso. Poi ho sentito il mio gatto che miagolava dall’interno!

Il nostro gatto è scomparso il giorno in cui ci siamo trasferiti nella nostra nuova casa e non si è più visto per una settimana. Chiesi aiuto ad un randagio ed il giorno dopo il randagio tornò con il mio gatto. Ero stupito!“.

Questo è solo un piccolo campione di decine di testimonianze lasciate su Twitter che attestano l’efficacia del parlare ai gatti quando si cercano animali smarriti. Possibile che siano tutte coincidenze? Oppure gli animali domestici cercano di tornare solo quando temono di perdere i loro padroni a causa della concorrenza felina nel quartiere?

Probabilmente non avremo mai risposte a queste domande, tuttavia, visto che quando parliamo ai gatti questi sembrano capire i nostri segnali verbali, semmai in futuro vi troviate a cercare un animale perduto, questo potrebbe essere un metodo che vale la pena provare.