come fare trading online

È possibile guadagnare con il trading online?

Il trading online non è sempre facile e non ci sono garanzie di profitti in tutte le situazioni. Uno dei modi più ovvi per trovare il successo è organizzare in anticipo le attività di trading e pianificare le strategie per ridurre al minimo le perdite e i costi aggiuntivi, massimizzando cosi i potenziali guadagni.

Ciò includerà l’impostazione di adeguati rapporti rischio-rendimento attraverso l’uso di fermate e limiti. Gli operatori vorranno anche ridurre al minimo gli altri costi tra cui troviamo le commissioni, e pianificare in anticipo la preparazione fiscale per assicurare che vengano pagati importi minimi di imposta sulle attività di negoziazione.

Il Trading online comporta rischi e costi, quindi i nuovi trader devono essere consapevoli di ciò. Per chiunque cominci a lavorare con il trading online, dovrebbe essere pienamente consapevole del fatto che richiede del tempo per la pianificazione e l’analisi e bisogna pensare ai costi e ai rischi di perdere il denaro. A tutti i trader è capitato, prima o dopo, di incappare in un operazione che gli ha fatto perdere soldi, sopratutto se si è principianti. I trader per guadagnare devono concentrarsi ed evitare di perdere denaro effettuando troppe operazioni; l’obbiettivo dev’essere quello di ottimizzare le operazioni massimizzando cosi i guadagni complessivi.

Decidi una strategia

Il trading online permette varie strategie per fare soldi: ovviamente i trader dovrebbero avere un’idea chiara di quale vogliono utilizzare per iniziare a lavorare. Quasi come quando si decide di fare un viaggio, che si sceglie il percorso da fare, anche nel trading prima di iniziare a comprare e vendere bisogna sapere come muoversi. Quindi:

  • Utilizzerai una strategia fondamentale, analizzando gli indicatori economici e le notizie che supporteranno le tue idee su una variazione di prezzo?
  • O ti baserai esclusivamente sull’analisi tecnica per avere un’idea delle tendenze nei movimenti del mercato?

Se si sceglie l’analisi tecnica, è importante sapere quali strumenti analitici utilizzare e come funzionano. Un’altra considerazione è se effettuerai trading infra giornaliero o a lungo termine e se seguirai le tendenze o gli scambi su oscillazioni all’interno di un intervallo.

Esistono piattaforme di trading online per diverse tipologie di mercato e classi di attività, tra cui troviamo i futures, le materie prime e i cambi. Indipendentemente da quale tipo di mercato si sceglie, i trader principianti dovrebbero iniziare con un numero limitato di attività per facilitare il lavoro.

Gestione del denaro: quando il rischio diventa elevato?

Uno degli aspetti chiave per fare soldi con il trading online è la disciplina, ed è particolarmente importante da utilizzare per la scelta della quantità di soldi da mettere nel trading. Questa decisione è nota come “gestione del denaro“.

Una regola empirica popolare per i trader è quella di limitare il rischio sulle negoziazioni in qualsiasi momento a non più del 5% del saldo totale del conto. Pertanto, se un trader ha un saldo del conto di 10.000 euro, vorrà mantenere il proprio rischio a non più di 500 euro.

Questo può significare:

  • Fino a 10 posizioni del valore di 50 euro ciascuna
  • Cinque posizioni per un valore di euro 100
  • Due posizioni per un valore di 250 euro
  • Una posizione del valore di euro 500

Il motivo di questa pratica è che, anche se un trader entra in una negoziazione in perdita o più negoziazioni in perdita, durante una determinata sessione, avrà ancora fondi nel proprio conto per compensare la perdita e potenzialmente generare un profitto entrando in transazioni successive.

Fare pratica con simulazione e backtest

Per chi è alle prime armi si consiglia di esercitarsi su un simulatore di trading, prima di entrare in operazioni dal vivo. Ciò consente di testare strategie, affinare le competenze ed evitare di perdere denaro nel mercato a causa di poca esperienza col trading.

La maggior parte dei broker offre simulatori di trading, che possono essere utilizzati gratuitamente grazie all’apertura di un account. Se possibile, gli operatori dovrebbero cercare simulatori che utilizzano informazioni di mercato in tempo reale, in modo da poter testare le proprie strategie in condizioni di mercato reali.

Un’altra tecnica popolare per praticare la strategia di trading consiste nell’utilizzare il “backtesting”.

Il backtest consiste nel testare le strategie utilizzando i dati storici per verificarne il successo. Il vantaggio del backtesting è che, utilizzando scenari già verificati, non sarai costretto ad aspettare che si verifichino diversi scenari nel mercato live per controllare l’efficacia della tua strategia.

Operazioni di successo: “Riduci le perdite e lascia correre i tuoi profitti”

David Ricardo, famoso economista e commerciante della fine del 18° secolo diceva: “Riduci le perdite e lascia correre i tuoi profitti“. A quanto pare queste parole sono state particolarmente utili per gli operatori nel tempo, soprattutto nei mercati forex.

In uno studio FXCM, su 43 milioni si è visto che la maggior parte dei trader, ha fatto operazioni vincenti ma ha comunque perso denaro durante le negoziazioni. Lo studio ha dimostrato che l’errore maggiore dei trader era quello di adottare un approccio sbagliato sia per le loro operazioni vincenti che per quelle perdenti.

La maggior parte dei trader che ha perso denaro con le negoziazioni, ha abbandonato le proprie operazioni vincenti troppo presto per paura di subire un’inversione negativa inaspettata e viceversa, hanno permesso alle loro operazioni in perdita di rimanere aperte troppo a lungo, con l’idea apparente che prima o poi il mercato avrebbe subito un’inversione favorevole permettendogli di compensare le perdite.

Entrambe le azioni dei trader sono coerenti con gli studi psicologici, infatti dimostrano che essi temono le perdite più di quanto apprezzino i guadagni. Ma da un punto di vista oggettivo i trader, trovano più successo rimanendo sul mercato quando stanno vincendo e uscendo rapidamente quando stanno perdendo. Un modo per farlo è utilizzare stop e limiti per assicurare un rapporto rischio-rendimento maggiore di 1:1.

Miglioramento dei guadagni con margine e leva

Una volta che i trader hanno fatto pratica con il trading di base e producono profitti, dovrebbero mirare a utilizzare un conto di margine, attraverso il quale possono amplificare i loro guadagni. Con un sufficiente deposito di liquidità, la maggior parte dei broker estenderà prestiti a margine degli operatori che daranno loro la leva, per moltiplicare il valore del loro investimento di base. La leva finanziaria può variare da un rapporto di 2:1 ad un massimo di 400:1 in alcuni casi, il che significa che i guadagni possono essere moltiplicati per tali importi. Gli operatori che utilizzano il margine devono essere consapevoli del fatto che le perdite possono essere moltiplicate per gli stessi importi.

Calcolo dei costi: Le commissioni

Uno dei costi non così nascosti del trading sono le commissioni. Per azioni, opzioni e futures, gli operatori possono pagare una commissione forfettaria per operazione. Nel trading forex, le commissioni sono spesso integrate direttamente nello spread bid-ask, quindi i trader saranno soggetti a costi variabili con ogni trade a seconda delle condizioni di mercato e dell’ampliamento e della riduzione degli spread.